Come pulire zaino e materiali scolastici prima di iniziare le vacanze?

Il paese delle vacanze
non sta lontano per niente:
se guardate sul calendario
lo trovate facilmente.
Occupa, tra Giugno e Settembre,
la stagione più bella.
Ci si arriva dopo gli esami.
Passaporto, la pagella.
Ogni giorno, qui, è domenica,
però si lavora assai:
tra giochi, tuffi e passeggiate
non si riposa mai.

 

 

Giugno  è il mese che corrisponde alla fine della scuola che cede piacevolmente il passo a una stagione di sole, mare e di vita all’aria aperta. 
Prima di concederci alla spensieratezza della calda stagione dobbiamo però fare i conti con tutto il materiale scolastico che per i mesi successivi verrà riposto nel dimenticatoio. 
Del resto, chi non lo farebbe? Zaini, astucci e grembiule sono la divisa per eccellenza della scuola, che rimanda allo studio e ricorda di anteporre il dovere al piacere. 
Quindi, sentitevi liberi di riporre tutto e andare in vacanza! Ma abbiamo per voi un piccolo consiglio che renderà meno traumatico il vostro rientro e la ripresa del set da scuola. 
Immaginate se a settembre, abbronzati  e con la testa ancora sotto l’ombrellone, oltre che a dovervi occupare di compiti, libri e organizzazioni varie vi trovaste anche a dover svuotare e lavare lo zaino, l’astuccio e il grembiule. 
E se, in più, vi trovaste a dover fronteggiare anche le fatidiche macchie di inchiostro? 
Per questo motivo vi consigliamo di resistere ancora un po’ per fare adesso ciò che dopo verrebbe davvero pesante … giusto il tempo di una lavata!

Come pulire lo zaino? 
Prima di procedere con il lavaggio, attenzione! Se lo zaino presenta delle parti in materiali particolari quali pelle, pelle scamosciata, alcantara o abbia diverse strutture rigide e tecniche, non occupatevi voi del lavaggio ma rivolgetevi  a una lavanderia specializzata. 
Con lo zainetto scolastico, invece, vi consigliamo di: 
- aprire le tasche per verificare l’eventuale presenza di oggetti che potrebbero rovinarsi con il lavaggio. Raccomandazione: controllate attentamente se vi sono fazzoletti di carta e toglieteli altrimenti, dopo il lavaggio, li ritroverete in brandelli appiccicati su tutto lo zainetto!
- rimuovete le parti che potrebbero staccarsi: decorazioni, etichette con il nome, carrello con ruote, protezioni per la schiena, fasce, tasche esterne
- leggete l’etichetta in cui sono riportate le indicazioni di lavaggio e asciugatura dello zaino
- ove non vi siano indicazioni di lavaggio, prima della pulizia completa dovrete procedere con un test su una piccola porzione dello zaino, possibilmente non  visibile
- rimuovete lo sporco più grossolano rovesciando lo zaino e spazzolandolo.  Potrete cancellare tracce di terra, gomma e cibo che potrebbero rendere meno efficace il lavaggio successivo
- se trovate fili esposti in prossimità di cerniere, tagliateli per evitare che si attorciglino e rendano difficile successivamente l’apertura degli scompartimenti dello zaino
- pre-trattate le macchie più importanti con una soluzione di acqua saponata o uno smacchiatore appropriato per i materiali da pulire. Non usate candeggina!
- procedete con il lavaggio usando detersivo delicato e una spazzola a setole morbide.  Sciacquate lo zaino in acqua fredda
- potete anche lavare lo zaino in lavatrice a basse temperature avvolto in un sacco di tessuto per evitare che le parti rigide urtino il cestello o si impiglino nelle fibre dei tessuti i altri capi;
- una volta lavato, tamponate lo zaino con un asciugamano o panno  assorbente soprattutto in prossimità di eventuali parti metalliche non rimuovibili
- stendete lo zaino ad asciugare naturalmente al calore del sole
- verificate che sia completamente asciutto prima di riporlo nell’armadio per evitare che l’umidità dia origine a muffe e cattivi odori. 

Potrete applicare lo stesso metodo per lavare l’astuccio.

Come pulire penne, pennarelli e cancelleria? 
-Munitevi di due stracci:  uno asciutto e uno umido; 
-passate singolarmente con panno umido i diversi elementi della cancelleria per rimuovere colore, colla, inchiostri;
-asciugate alla perfezione i singoli elementi prima di riporli all’interno di uno o più portapenne. Metterete il tutto nell’astuccio il giorno prima dell’inizio della scuola.

Copertine plastificate di quaderni, libri, dizionari?
Se avete rivestito i vostri libri, dizionari e quaderni con una copertina plastificata potrete seguire la procedura per pulire penne e cancelleria.
Prima di iniziare il nuovo anno scolastico, qualora non abbiate questa abitudine, preoccupatevi di rivestire al meglio tutti i materiali didattici: dureranno di più e la manutenzione a fine anno sarà più semplice. 
Non ci resta che augurarvi buone vacanze  e ricordarvi che, se avete domande da farci sulle pulizie in viaggio, potrete scriveteci a redazione@pulitiefelici.it

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Newsletter

Abbonati alla newsletter di Puliti&Felici, riceverai ogni 4 mesi I migliori articoli da Puliti&Felici selezionati per te dalla redazione Contenuti extra e servizi in esclusiva

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x