Detergenza e sostenibilità per i cittadini europei: connubio vincente?

L’industria può modificare il modo in cui viene percepita la sostenibilità?
Può mutare il nostro approccio all’ambiente incentivandone la cura anche da parte degli utenti?
Sì, secondo i cittadini europei intervistati da A.I.S.E. inoltre  le aziende potrebbero incrementare il loro impegno.
Come?
Secondo il 56% degli utenti le imprese dovrebbero offrire imballaggi in materiale riciclabile e per il 53% in materiale riciclato.
Proprio sull’innovazione del packaging l’industria ha già segnato traguardi importanti.  Grazie allo sviluppo di detersivi concentrati, che consentono  di  effettuare lo stesso numero di lavaggi con una quantità  inferiore di detersivo con un risparmio anche economico per il consumatore, è stato possibile realizzare imballaggi con formati di dimensioni ridotte.
Ciò significa, in pratica, minor impiego di materiale e riduzione del peso dell’imballaggio e di conseguenza minor consumo di COnei trasporti.

Il 50% degli utenti vorrebbe che l’industria realizzasse prodotti funzionanti anche a basse temperature e rassicurasse loro sulla non dannosità per l’ambiente (47%). 
Non a caso nel 2014 era stata promossa, da A.I.S.E e Assocasa una campagna denominata ”Meglio 30o” che aveva come obiettivo sensibilizzare i cittadini  a ridurre le temperature di lavaggio per sviluppare un comportamento più responsabile dal punto di vista ambientale ed economico (minor consumo di energia e risparmio in bolletta).

Proseguendo l’intervista scopriamo che viene data  fiducia alle imprese perché il 43% degli intervistati dichiara di fidarsi delle informazioni riferite alla sostenibilità e riportate in etichetta.

Gli utenti quindi si stanno mostrando sempre più attenti in materia di sostenibilità, infatti il 34% guarda le etichette prima dell’acquisto e il 44% di questi dichiara di aver maturato questa abitudine negli ultimi 5 anni.

Quali sono i dati relativi alla raccolta differenziata invece?
Il 30% dichiara di eseguirla correttamente rispettando le regole di smaltimento degli involucri / confezioni  riportate in etichetta; il 46% si preoccupa di questo aspetto costantemente, il 12% qualche volta e il 10% quasi mai.

Come dire?

La rivoluzione nella cura del pianeta deve venire dai singoli e ogni piccolo gesto può essere fondamentale, anche sapere dove gettare il flacone dell’ammorbidente.

Eppure le indicazioni riportate in etichetta sono molto semplici e immediate!

 

Desiderate avere maggiori informazioni sulla cura della casa e la sostenibilità?
Oltre al nostro magazine, potrete sempre consultate il portale di A.I.S.E. e scrivere una mail a redazione@pulitiefelici.it

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x