Pulizie di Halloween

Puliti & Felici - Pulizie di Halloween

Halloween, che paura!

No, non mi sono spiegata. Non sono i fantasmi a farmi paura, ma le condizioni di casa mia dopo che se ne saranno andati i miei ospiti.
Ho avuto infatti la brillante idea di organizzare una mini-festa in costume e lo so che quando si supera le dieci persone in casa, le cose poi vanno un po’ fuori controllo.

Ma voi vi chiederete: cosa c’entra Puliti e Felici con Halloween.
C’entra eccome. Vorrei darvi due dritte, perché non è la prima volta che faccio la festa in casa e quindi altre volte mi è successo di dover riparare a piccoli incidenti del post festa. L’esempio più tipico sono le bibite.
Marmo e tappeti sono i principali destinatari di brindisi e festeggiamenti.
Macchie di vino, di succhi di frutta ecc.
Succede, è inutile che passiamo la serata a preoccuparci.
Divertiamoci e poi pensiamo a come rimediare agli eventuali disastri.

Per esempio, sappiate che marmo e cotto assorbono tutto. Più tempo passa dal momento in cui si versa il liquido e più è probabile che il pavimento lo assorba completamente. Che fare?
L’ideale sarebbe intervenire immediatamente con una spugnetta, ma in casa non potete essere presenti in tutti i punti.
Pertanto, se vi capita di notare una macchia sul pavimento, intervenite come segue.
Se la macchia ha un certo spessore, cercate di rimuovere la parte superficiale della macchia con una spugnetta leggermente abrasiva, imbevuta di acqua e sapone, tenendo presente che marmo e cotto sono materiali teneri e che, in ogni caso, dopo il trattamento dovrete passare di nuovo la cera nella zona trattata.
Una volta rimossa la parte superficiale della macchia vi rendete conto se il pavimento ha assorbito il liquido oppure no. Sappiate che caffè, vino e succhi rossi sono tremendi, perché lasciano macchie molto visibili.
Nel caso di macchie colorate, è opportuno intervenire cercando di decolorarle. Io, quando mi è successo sul marmo della sala, ho utilizzato acqua ossigenata.
Si versa sulla macchia e si lascia agire fin quando non ha “assorbito” tutta la macchia.
In alternativa ci sono smacchiatori specifici che potete utilizzare, chiedendo maggiori indicazioni presso il negoziante. Buoni risultati si ottengono con gli additivi sbiancanti (quelli che usate sulle macchie del bucato), meglio se liquidi, per evitare che la porosità del marmo e del cotto assorba i granuli di quelli in polvere. Controllate sempre che in etichetta non siano riportate delle esclusioni.

Per quanto riguarda eventuali macchie sui tappeti, ci sono molte variabili da tenere in considerazione. Il miglior consiglio è quello di intervenire il più presto possibile con le speciali schume per tappeti: si spruzzano sulla macchia, si spazzola, si lascia asciugare e si passa l’aspirapolvere. Se le macchie sono di olio o grasso, sarebbe opportuno versare sulla macchia ancora fresca abbondante talco, prima di procedere con la schiuma detergente.
Il risultato dovrebbe essere assicurato! In caso di insuccesso credo che la soluzione più indicata sia quella di portare il vostro prezioso oggetto d’arredo in una buona lavanderia. Ad ogni modo, questo è un argomento che tratteremo in modo più approfondito in un’altra occasione.
Tenete presente che lo stesso trattamento si può applicare alle macchie sui divani di tessuto, altre vittime predestinate di queste feste!

Ora il tempo stringe, ci sono ancora un sacco di cose da fare per la festa.

Colgo l’occasione per ricordarvi di usare la zucca.

Linda
 

Possono interessarti anche questi articoli: 
Buongiorno ragazze,
...
Buongiorno a tutte/i, come va?
...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x