Il bagno pulito: un rapporto di odio e amore

Tra le stanze più intime e frequentate della casa vi è sicuramente il bagno.

È questo il luogo nel quale iniziamo la nostra giornata prendendoci cura di noi stessi e nel quale la terminiamo, lavando via la stanchezza e lo stress accumulati.

Tanto amato quanto odiato, questo ambiente è anche quello a cui dedichiamo maggiore attenzione e dedizione in termini di pulizia, e chi non ha desiderato  avere la speciale funzione “autopulente” da attivare con il pulsante di un telecomando magico!

Siamo spiacenti: non abbiamo una soluzione così radicale e innovativa! Possiamo però fornirvi qualche semplice consiglio per una manutenzione attenta ed efficace di questo ambiente molto frequentato.

 

Pulire la doccia o la vasca da bagno

La prima cosa da fare è controllare la bocchetta di scarico, sollevando la ghiera di protezione e il filtro, ove presenti, per  rimuovere eventuali capelli o residui rimasti incastrati che potrebbero ostruire parzialmente il corretto reflusso dell’acqua. Se necessario utilizzate uno spazzolino per eliminare la polvere bagnata o altri residui  accumulati.

Il problema principale delle superfici costantemente a contatto con l’acqua è sicuramente il calcare, che potrete trovare come deposito attorno ai rubinetti oppure sotto forma di patina scura quando combinato a residui di sapone, pelle e sporco. In molti utilizzano l’aceto di vino bianco ed effettivamente, in quanto soluzione acida, ha un effetto lucidante sulle superfici segnate da leggere macchie di calcare.

Per i depositi più significativi e per garantire una disinfezione profonda suggeriamo, però, un prodotto specifico.

Sul mercato esistono differenti tipologie di prodotti anticalcare adatti a tutte le situazioni: dai prodotti più concentrati, che risolvono i casi di incrostazione più difficili e che prevedono il risciacquo dopo l’utilizzo, ai prodotti in trigger, cioè  in flacone con spruzzatore, che facilitano l’uso su superfici più ampie.

Valutate il livello di incrostazione presente sui vostri sanitari e scegliete il prodotto più adatto, tenendo a mente che più è impegnativa l’incrostazione, più lungo sarà il tempo di esposizione al prodotto che, di conseguenza dovrà avere una  maggiore concentrazione.

Un piccolo trucco per aumentare il tempo di contatto con la superficie da disincrostare, precedentemente bagnata: ricopritela con uno strato di carta assorbente e spruzzate su di essa il prodotto.

Non dimenticate di pulire a fondo le fughe delle piastrelle e i pannelli divisori della doccia utilizzando anticalcare, acqua tiepida, spazzolino e spugna. Periodicamente per rimuovere eventuali muffe dagli angoli e dai tappetini anti-scivolo sarà necessario utilizzare dei prodotti specifici contenenti cloro.

Ricordate: il lavoro sarà meno impegnativo se effettuerete almeno parte di queste operazioni al termine di ogni doccia o bagno.

Potrete applicare la stessa procedura nella pulizia del bidet. È molto importante! Si tratta della vostra igiene intima!

 

Pulire il W.C.

Quanto detto per la vasca da bagno e la doccia può essere adottato anche nella pulizia del w.c..
Uno degli elementi più fastidiosi è sicuramente l’alone scuro che si crea sulla ceramica a livello dell’acqua e sotto il bordo del sanitario. Vi suggeriamo di utilizzare un prodotto specifico da applicare e far agire sulle superfici interne. I prodotti per la pulizia del WC sono formulati in modo da poter permanere a contatto con la superficie a lungo, in modo da massimizzare l’effetto. Potrete  supportare la reazione chimica con un’azione meccanica, ovvero strofinando l’area con uno spazzolone oppure con apposite spugne. Indossate sempre i guanti quando effettuate queste operazioni!

 

Le altre superfici

Molti di voi saranno probabilmente abituati a camminare scalzi all’interno del proprio bagno, soprattutto una volta usciti dalla doccia. Vi ricordiamo dunque di aspirare la povere dai pavimenti e lavarli frequentemente con prodotti specifici e disinfettanti per piastrelle. Per la pulizia delle fughe vi rinviamo al post che abbiamo dedicato a questo argomento qualche tempo fa.

Eccovi alcune idee sulle pulizie del bagno e degli accessori di bellezza in esso presenti:

- Pulire lo spazzolino elettrico

- Pulire i caloriferi

- Eliminare gli odori della lavatrice

- Pulire e curare le tende

- Eliminare la muffa

 

Per qualsiasi dubbio e domanda, il vostro #esperto è a disposizione! Scrivete a redazione@pulitefelici.it

 

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Newsletter

Abbonati alla newsletter di Puliti&Felici, riceverai ogni 4 mesi I migliori articoli da Puliti&Felici selezionati per te dalla redazione Contenuti extra e servizi in esclusiva

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x