Come si pulisce la friggitrice?

Gli elettrodomestici della cucina sono grandi alleati nella preparazione di cibi e vivande e, per funzionare al meglio, necessitano di periodica manutenzione, anche quando si tratta di apparecchiature complesse da pulire, ad esempio la friggitrice domestica.

Così come la sua equivalente impiegata nella ristorazione, questa macchina dev’essere sottoposta ad un accurato processo di eliminazione delle particelle di cibo che, disperdendosi nell’olio, possono formare residui dannosi per il corretto funzionamento dell’elettrodomestico.

È importante inoltre considerare che una corretta pulizia della friggitrice è funzionale anche alla salute di chi mangia i cibi preparati con essa; per tutelare il benessere personale è infatti consigliato cambiare spesso l’olio utilizzato per la preparazione, se non ogni volta almeno dopo 2-3 utilizzi, premurandosi sempre di filtrarlo per eliminare le impurità e smaltirlo secondo le norme previste dal regolamento comunale vigente.

Prima di iniziare il procedimento è opportuno consultare il manuale d’istruzioni della macchina, in cui sono presenti le indicazioni per smontarlo e per riconoscere le componenti amovibili, lavabili o sostituibili dopo un certo periodo di tempo.

A questo punto si potrà staccare la presa di corrente dell’apparecchiatura e aspettare che sia completamente fredda prima di dare inizio alla pulizia vera e propria, che si articolerà nei seguenti passaggi:

·        drenare l’olio utilizzando l’apposito tubicino di scarico, ove presente;

·        rimuovere il cestello e immergerlo in ammollo in acqua calda e sapone detergente, strofinando con un panno per eliminare le incrostazioni;

·        pulire gli interni utilizzando carta da cucina e, in aggiunta, un raschietto o una spatola in plastica dura per eliminare l’olio rappreso senza graffiare il metallo;

·        per le incrostazioni interne più ostinate versare acqua bollente (con eventuali prodotti sgrassanti) e lasciare in ammollo per circa trenta minuti, poi svuotare e strofinare i punti critici con una spugnetta non abrasiva cosparsa con qualche goccia di detergente;

·        pulire le serpentine non amovibili con delicatezza, senza strofinare troppo;

·        lavare i filtri rimovibili con acqua calda e detergente, poi lasciare asciugare bene prima di rimontarli;

·        pulire il coperchio secondo le indicazioni riportate e gli esterni con un panno inumidito e un po’ di detergente.

·        aspettare che le diverse parti siano completamente asciutte prima di riassemblare l’apparecchio e utilizzarlo di nuovo, in modo tale da permettere all’umidità penetrata nel sistema elettrico di evaporare.

Non dimenticate infine che, per essere sicuri al 100% che il vostro elettrodomestico possa essere pulito con specifici detergenti, non dovrete fare altro che consultare nuovamente il libretto delle istruzioni.

Potrebbero interessarti anche:
Elettrodomestici: un amore lungo una vita 
Cucina perfetta: come pulire l'acciaio 
Pulire il frullatore 
Come pulire la moka del caffè 
Pulire la centrifuga 
Pulire il tostapane 
Controllare il funzionamento degli elettrodomestici

 

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x