Pulire le attrezzature da neve: sci, scarponi e snowboard

Puliti&Felici - Pulire le attrezzature da neve: sci, scarponi e snowboard

Durante le vacanze di Natale pare che sia scesa poca neve e quindi tutti gli appassionati di sci e snowboard sono rimasti un po’ a bocca asciutta. La buona notizia è che prossimamente ci aspetta qualche abbondante nevicata: preparatevi a rispolverare le attrezzature per il weekend! 
Prima di scendere in pista, però, dedichiamo qualche minuto alla pulizia. 

COME PULIRE GLI SCARPONI 
Esternamente potete passare un panno con un pochino d’alcol, per farli tornare al loro splendore. 
La pulizia che più interessa gli scarponi è però legata al loro interno, perché sono un ambiente in cui si sviluppano batteri, muffe e cattivi odori dovuti al sudore. 
Per questo vi suggerisco di rimuovere il calzare e di togliere la soletta: distribuite un po’ di bicarbonato all’interno e lasciatelo per qualche ora prima di rimuoverlo. In questo modo si crea una barriera contro i cattivi odori e si toglie l’umidità che è la causa di tutti questi spiacevoli inconvenienti.

COME PREPARARE GLI SCI
La manutenzione delle lamine, il tuning e il controllo della soletta sono operazioni che dovreste affrontare a inizio stagione per rendere più piacevole e scorrevole la vostra sciata. È probabile che abbiate un professionista di fiducia che vi consiglia anche in relazione al tipo di sci che possedete e all’uso che ne fate. Le operazioni più semplici e frequenti sono la pulizia delle lamine da eventuali residui di ruggine e il controllo dell’affilatura. Per quanto riguarda la sciolina: la sua applicazione può essere effettuata scaldandola, stendendola sulla soletta togliendo quella in eccesso e infine distribuendola omogeneamente con delle spazzole di setola.

PULIZIA SNOWBOARD 
La superficie superiore della tavola si può pulire semplicemente con un po’ di carta ed alcol. Il modo più rapido per pulire la soletta è invece utilizzando un po’ di solvente specifico, distribuendolo su tutta la superficie con un po’ di carta assorbente. L’esercizio consiste nello sfregare bene nei punti più sporchi finché non ottenete il risultato desiderato.  Questo, per una manutenzione ordinaria, può essere sufficiente. In caso di manutenzione straordinaria esiste invece il metodo della pulizia a caldo, che richiede più tempo e più pratica. 

Ma tutto questo serve a poco se non c’è neve, pertanto direi che possiamo inventarci la danza della neve e vediamo se funziona. Buona sciata a tutti/e!

Linda

Possono interessarti anche questi articoli: 
Oggi parliamo di un tessuto speciale, frutto di una ricerca scientifica ad alto contenuto tecnologico: l’alcantara.
...
Buongiorno ragazze/i,
...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x