Pulire pizzi e merletti

Puliti&Felici - Pulire pizzi e merletti

Buongiorno ragazze/i,

le mode vanno e vengono, si sa. Per esempio, fino a qualche anno fa non avrei mai pensato che i pizzi sarebbero rientrati a vario titolo fra le cose di casa. E invece, eccoci qua: non solo sugli abiti, ma sulle tende, come centrini, come decorazioni.

In pratica, rispolverate i pizzi che avete a casa e metteteli in mostra, perché sembra che ora pizzi, merletti e macramè siano tornati alla grande.

Vi do anche due dritte su come prendervene cura.

Ecco qua.

 

PICCOLI ACCORGIMENTI

Anche questi capi, particolarmente preziosi, possono essere lavati in lavatrice: basta che abbiate l’accortezza di inserirli nelle apposite retine o in una federa, per evitare che si attorciglino con altri capi.
Non si tratta probabilmente di un problema da affrontare tutti i giorni, soprattutto se i pizzi a cui pensate sono quelli dei centrini della nonna, tuttavia la sempre maggior diffusione di questi preziosi dettagli, di abbigliamento o di arredamento domestico, rende opportuna qualche indicazione su come trattarli.

PAROLA D’ORDINE: DELICATEZZA

Nei casi più delicati potreste desiderare di lavarli a mano, per avere la massima cura: usate sapone di Marsiglia o un detersivo per delicati, strofinando il pizzo fra le mani con delicatezza e, soprattutto nella fase di risciacquo, evitando di tenderli o deformarli.

COME STENDERE

Stendeteli ad asciugare su una superficie rigida leggermente inclinata, in modo da far defluire l’acqua in eccesso, dando la forma che dovrebbero avere una volta  asciutti. Nei casi estremi, potresti anche  utilizzare un piano di polistirolo espanso e puntare con degli spilli  il pizzo nella sua forma definitiva, prima di farlo asciugare.

OCCHIO ALLA CENTRIFUGA

Non eccedete con la centrifuga e stendete i pizzi come detto sopra. Nel caso di macchie particolari, evitate il trattamento con candeggina, ma usate (con cautela!) gli smacchiatori o gli additivi di sbianca che trovate al supermercato. Tenete conto che quelli liquidi, ovviamente, sono più delicati.

COME STIRARLI

Per stirarli, cercate di dar loro la forma corretta, stirateli ancora umidi, da entrambi i lati, proteggendoli con un fazzoletto. L’uso di un buon appretto contribuirà a mantenerne a lungo l’aspetto: potresti anche puoi usare quelli spray, che facilitano il processo di stiratura, ma se volete ottenere un effetto di maggior rigidità, potete anche immergerli in una soluzione di acqua e amido (un cucchiaio di amido in un bicchiere) prima della completa asciugatura.

E ora non vi resta che impreziosire tutto ciò che vi circonda con qualche merletto come si deve.
 

Linda
 

Possono interessarti anche questi articoli: 
I capi delicati sono una categoria di indumenti che ci procura qualche piccola apprensione, per motivi diversi. Il primo è semplice: essendo delicati per definizione, richiedono più attenzione e...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x